Pompe per vuote a vite senza contatto

A secco, con portate da 100 a 360 m³/h, vuoto finale 0,1 mbar (ass.). Particolarmente versatili e adatte per applicazioni industriali di confezionamento alimentare o nei processi di essiccazione.

Basse temperature di esercizio grazie alla progressione del passo delle viti. Il funzionamento si basa sul principio delle viti senza fine, in assenza di contatto,  sincronizzate da una coppia di ingranaggi isolati dalla camera di compressione, evitando così ogni eventuale contaminazione. Macchine completamente oilfree ovvero a secco. La pompa a vite della serie S VSI è una pompa per vuoto monostadio, di semplice e robusta costruzione, in grado di operare liberamente e senza limitazioni, da pressione atmosferica fino al vuoto massimo.

Le attuali esigenze di luoghi di lavoro sempre più sicuri, puliti e silenziosi impongono la necessità di spostare le pompe per vuoto lubrificate lontano dalle macchine confezionatrici. Anche lo sviluppo di calore e le eventuali perdite o emissioni di fumo d’olio rappresentano un elemento di disturbo che si deve eliminare sistemandole in locali più o meno vicino alle macchine confezionatrici. Per far ciò, e garantire il miglior grado di vuoto, è necessario che la pompa abbia una portata sufficiente a compensare le perdite di carico della tubazione più lunga ed abbia altresì la capacità di evacuare l’eventuale umidità evaporata dal prodotto (ad esempio carne fresca). Il raggiungimento degli stessi livelli di prestazione quindi dipenderà dal corretto calcolo e dimensionamento della pompa per vuoto. Con la pompa a vite serie S VSI questo può essere evitato poiché tali pompe possono essere installate in prossimità della confezionatrice ed assicurano non solo la prestazione in termini di vuoto finale ma aumentano la produttività riducendo i tempi di battuta con un residuo di ossigeno inferiore nella confezione.

 In aggiunta ai vantaggi già menzionati va considerato che a parità di portata una pompa per vuoto a vite serie S VSI richiede una potenza installata decisamente inferiore, l’uso di motori ad alta efficienza, la possibilità di impiego di inverter garantiscono un sostanziale risparmio di energia elettrica.