Il Vuoto nell'industria Plastica

Soluzioni in vuoto e in pressione per applicazioni nell’industria della plastica.

Calibrazione:
Il profilato plastico, ancora caldo, che fuoriesce dall’estrusore viene raffreddato con acqua e tramite un sistema sottovuoto grazie all’ausilio di pompe per vuoto.

Saldatura di materiale plastico:
L’aria calda necessaria per la saldatura viene riscaldata ad una temperatura compresa tra 200° e 300°C utilizzando particolari resistenze, il flusso dell’aria ad alta velocità viene regolato grazie ad una soffiante a canali laterali.

Impianti per il polistirolo (EPS):
Grazie a una soffiante a canale laterale, le sfere di polistirene espanso vengono soffiate in uno stampo dove viene applicato poi del vapore. Nel corso della polimerizzazione finale, le sfere vengono polimerizzate nel componente plasmato. Per assicurare che i componenti plasmati non perdano la forma quando vengono rimossi dallo stampo, devono essere raffreddati con acqua. Con le pompe ad anello liquido, viene creato il vuoto nello stampo e l’acqua vaporizzata, viene aspirata dalle stesse in poco tempo.

Degasaggio negli estrusori:
Le pompe per vuoto ad anello liquido rimuovono le sacche d’aria e umidità dalla massa plastica fusa. Estraggono tutte le sostanze a bassa molecolarità, garantendo la massima qualità dell’estruso, ottenendo così: superfici lisce, maggiore resistenza, migliori proprietà isolanti con un valore di degasaggio inferiore.

Trasporto pneumatico:
Le presse per lo stampaggio del materiale plastico/gli estrusori vengono alimentati automaticamente con l’ausilio delle nostre pompe a canali laterali. A questo scopo, viene creato il vuoto nel contenitore del materiale; il granulato viene trasportatolungo la tubazione grazie al volume e alla depressione dell’aria